RopeFest

Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 18/09/2022
3:00 pm - 8:00 pm

Luogo
The Hot

Categorie


ROPEFEST SETTEMBRE
ropefest

π·π‘œπ‘šπ‘’π‘›π‘–π‘π‘Ž 18 π‘ π‘’π‘‘π‘‘π‘’π‘šπ‘π‘Ÿπ‘’
β„Ž 15 – 20

presso
π˜›π˜©π˜¦ 𝘏𝘰𝘡
𝘴𝘡𝘳𝘒π˜₯𝘒 𝘈𝘯𝘡π˜ͺ𝘀𝘒 π˜₯𝘦𝘭𝘭𝘒 𝘝𝘦𝘯𝘒𝘳π˜ͺ𝘒 64/8
10151 π˜›π˜°π˜³π˜ͺ𝘯𝘰
————————————
Una domenica pomeriggio dedicata al bondage e allo shibari, in un club fetish attrezzato ed elegante!
Persone esperte, neofite, curiose sono benvenute!
————————————
πˆππ†π‘π„π’π’πŽ
Prenotazione obbligatoria
Ingresso riservato ai maggiorenni
€20 a persona (no drink included)
€5 tessera Mspitalia
No bancomat
————————————
5 𝑷𝑼𝑡𝑻𝑰 𝑫𝑰 𝑺𝑢𝑺𝑷𝑬𝑡𝑺𝑰𝑢𝑡𝑬
– 4 bamboo
– 1 anello
 
3 𝑷𝑼𝑡𝑻𝑰 𝑭𝑹𝑬𝑬𝑺𝑻𝒀𝑳𝑬
– 2 gabbie (freestyle)
– 1 croce (freestyle)
𝐀𝐑𝐄𝐄 πƒπ„πƒπˆπ‚π€π“π„ 𝐀𝐋𝐋𝐄 𝐋𝐄𝐆𝐀𝐓𝐔𝐑𝐄 𝐀 𝐓𝐄𝐑𝐑𝐀
————————————
π’π„π‘π•πˆπ™πˆ
Ampio parcheggio
Guardaroba custodito free
Servizio Bar
Bagni con doccia
————————————
πƒπ‘π„π’π’π‚πŽπƒπ„
Consigliato ma non richiesto
————————————
πˆππ…πŽ 𝐄 ππ‘π„ππŽπ“π€π™πˆπŽππˆ
https://funlabtorino.it/
info@funlabtorino.it
tg: @FunLabTorino
————————————
π‘π„π†πŽπ‹π€πŒπ„ππ“πŽ
-No foto/video
-No cellulari
-Solo 18+
-Non Γ¨ tollerato introdurre nessun tipo di sostanze stupefacenti all’interno del ropefest
-Chiunque rechi disturbo o tiene un comportamento che infastidisce gli altri partecipanti sarΓ  allontanato dal ropefest.
 
PRENOTA ORA
Se non hai la tessera MSP puoi velocizzare la registrazione stampando il modulo e fotocopiando un tuo documento di identitΓ  


     

    Lo shibari (ηΈ›γ‚Š?)[1], o kinbaku (η·ŠηΈ›?)[2], Γ¨ una disciplina giapponese che consiste nel legare una persona in un contesto erotico. Si Γ¨ evoluta dalle tecniche dell’hojōjutsu, un’arte marziale nata per immobilizzare i prigionieri di guerra. Pur essendo nata come pratica sessuale BDSM[1][3], oggi viene svolta da alcuni anche come forma di rilassamento o come forma artistica di scultura vivente.
    La cultura dello shibari ha radici molto antiche. Nelle tradizionali cerimonie religiose giapponesi Γ¨ sempre stato usuale includere corde e legamenti per simboleggiare il collegamento tra l’umano e il divino.[1]
    Lo hojojutsu si perfezionò nel XV secolo, utilizzato dalla polizia e dai samurai come forma di prigionia, e come tale rimase fino al XVIII secolo.[3] Allora le risorse di metalli scarseggiavano, mentre in compenso abbondavano le funi di canapa e iuta: così spesso i prigionieri non venivano rinchiusi in una prigione, bensì venivano semplicemente immobilizzati con una corda. La polizia giapponese continua a portare nei propri furgoni un fascio di corda di canapa.[1]
    La legatura entrΓ² nell’immaginario erotico giapponese nel periodo Edo[4] (1600-1860) attraverso le cosiddette seme-e, un particolare tipo di ukiyo-e, che rappresentavano scene di costrizione. Sul finire dell’epoca Edo, nacque Seiu Ito, considerato il “padre del kinbaku”. La sua fotografia e la sua pittura, ispirate dalle scene di costrizione presenti nel teatro kabuki, e prodotte per la maggior parte negli anni ’30 del XX secolo, influenzarono tutta la successiva generazione di kinbakushi.
    Il Kinbaku divenne molto popolare in Giappone negli anni 1950 grazie a riviste quali Kitan Club e Yomikiri Romance, che pubblicarono le prime foto nude di bondage.