Prenotazione Corde

Per chi fosse interessato, il Funlab è in grado di offrire delle ottime corde per bondage.

Caratteristiche tecniche:
-Corde in juta 6mm (diametro) x 9mt (lunghezza)
-Fibre colorate all’origine prima dell’intreccio
-Tossa (intreccio più stretto e resistente

Tempi di consegna:
Gli ordini vengono fatti al raggiungimento di quantità minime cumulativi, in modo da ridurre i dazi doganali e i costi di trasporto. Un volta compilato l’ordine vi forniremo il preventivo comprensivo di spedizione. Il tempo medio di attesa è di 50 giorni.

Costi:
€ 10 a corda
€ 16 spedizione in tutta Italia
Pagamenti a mezzo bonifico o paypal

Per ogni informazione non esitate a contattarci.

corde


    La corda in iuta tossa è scorrevole e leggera, ma necessita di essere preparata bollendola o lavandola per acquisire la morbidezza necessaria al gioco. Molte delle corde tossa in commercio sono double ply e generalmente hanno una torsione abbastanza stretta che le rende più dure e rigide. Sono buone corde sia per ogni tipo di bondage.

    Il termine “asanawa” può indicare una corda in iuta, canapa o lino. Quelle più usate per lo shibari sono quelle in iuta. Le corde giapponesi utilizzano una specie di iuta diversa da quella usata per le corde europee e hanno in genere un colore più dorato. Generalmente sono “single ply” e spesso hanno una torsione lenta (loose lay). Queste caratteristiche rendono l’asanawa molto morbida e flessibile e perfetta per il bondage in stile giapponese.

    La corda in cotone è molto morbida, piacevole sulla pelle e non necessita di alcun trattamento, è molto economica, ma è una corda poco resistente (inadatta quindi per le sospensioni) ed elastica e questo rende difficile regolarne bene la tensione sul corpo. È economica e può essere facilmente lavata. Può essere piacevole da usare in legature semplici o “da camera da letto”.

    La corda in canapa ha un filato molto morbido e piacevole sulla pelle, ha un’ottima capacità di carico, ma tende a essere troppo compatta e poco scorrevole. A differenza delle corde in iuta possono essere lavate più volte senza perdere troppo la loro capacità di carico. Caratteristico il suo odore di erba tagliata.

    Corda in lino
    Corda simile alla corda di canapa, ma con un filato più liscio e pettinato.

    Corda in polipropilene
    Le corde in materiale sintetico sono generalmente estremamente resistenti e con colori brillanti. Vengono spesso utilizzate nel bondage americano, mentre non sono adatte al bondage giapponese in quanto la loro superficie liscia non offre l’attrito necessario per sfruttare le frizioni e i passaggi tipici dello shibari. Possono essere usate in acqua. Inoltre hanno una “velocità di abrasione” bassa, ovvero se fatte scorrere sulla pelle troppo velocemente possono creare delle bruciature. Tra le corde in sintetico troviamo anche quelle in Hempex, una fibra sintetica che imita l’aspetto della canapa. Sono utili per agganciare anelli o altri punti di sospensione.

    Corda in cocco (shuronawa)
    Questa corda viene realizzata dalle fibre di una palma (non da cocco, nonostante il nome). E’ una corda estremamente ruvida il cui uso si è diffuso per le sensazioni che può dare sulla pelle.

    Corda in paglia di riso (aranawa)
    Corda tradizionalmente usata in Giappone in ambito agricolo. Sono celebri gli scatti di Itoh Seiu con modelle legate con questo tipo di corda.